stivale.jpeg

#4undici

Una giornata per non dimenticare i tragici eventi alluvionali che, negli

ultimi 50 anni, hanno causato la morte di quasi 1000 persone.

Una giornata per ripensare il futuro e per imparare a giocare d'anticipo contro il rischio alluvionale.

Immagine: Lentigione (RE), 13/12/2017​ © Simone Trolli,

Comitato Cittadino Alluvione Lentigione - www.verovolto.it

Partecipa

Linee Guida

La Proposta

Le Scuole

Poche semplici regole per poter organizzare un evento, libero e gratuito, nella tua città.

#4undici è una manifestazione unitaria nazionale; si compone di eventi locali di vario tipo, organizzati autonomamente da associazioni, enti, gruppi di cittadini. Cerca sulla mappa l'evento più vicino a te.

Una manifestazione diffusa su tutto il territorio nazionale per ricordare le vittime e per fare il punto sulla situazione in cui verte il territorio italiano. 

#4undici permette di riscoprire la cultura del rischio anche sui banchi di scuola, incentivando occasioni  di confronto diretto con il proprio territorio.

Le Città

Cerca l'evento più vicino a te e scopri quali scuole si sono impegnate per il #4undici. Se sei un organizzatore e hai bisogno di una mano puoi coinvolgere gli Esperti: tecnici, volontari, studiosi, persone informate e con esperienza che mettono a disposizione le loro competenze.

Scuole

Esperti

Eventi

Linee guida

 

1. #4undici è una manifestazione unitaria nazionale nata dal basso; si compone di eventi locali di vario tipo, organizzati autonomamente da associazioni, enti, gruppi di cittadini, nelle proprie città. 

 

2. #4undici ha l’obiettivo di promuovere la diffusione della cultura del rischio alluvionale attraverso il coinvolgimento diretto della cittadinanza e delle realtà attive sul territorio, tra cui le scuole.

 

3. L'accesso a tutti gli eventi deve sempre essere libero e gratuito. Non sono ammesse forme di ingresso a pagamento o richieste di iscrizioni obbligatorie.

 

4. Agli organizzatori locali è lasciata la possibilità di attivare raccolte fondi, da gestire in autonomia, per poter affrontare eventuali spese organizzative.

 

5. #4undici è una manifestazione nazionale unitaria composta da eventi di vario tipo diffusi sul territorio. E’ pertanto necessario evidenziare l’aspetto unitario, utilizzando la denominazione “#4undici” e inserendo nel sito web e sul materiale dedicato all’evento locale il link al sito web nazionale, e seguendo le indicazioni grafiche fornite al fine di uniformare il materiale divulgativo.​

6. #4undici si svolgerà domenica 4 novembre 2018. E’ possibile organizzare ulteriori eventi, introduttivi o propedeutici, a partire dal 14 ottobre. Tutti gli eventi organizzati dal medesimo gruppo devono essere gestiti e pubblicizzati attraverso un unico programma, e tutti gli eventi devono seguire le linee guida.

 

7. Per richiedere l’inserimento del proprio evento locale è necessario inviare il proprio programma di massima entro e non oltre il 28 ottobre 2018. I promotori di #4undici si riservano la facoltà di escludere gli eventi che, a proprio giudizio, risultino non conformi con le presenti linee guida e con lo spirito della manifestazione.

 

8. Per organizzare un evento è sufficiente:

- essere un gruppo di persone;

- individuare una sede (una piazza, una biblioteca, l'aula di una scuola,...);

- definire dei contenuti in linea con le esigenze del territorio, partendo dai contenuti proposti su questo sito;

- realizzare un semplice sito internet o una pagina sui social network;

- realizzare il programma seguendo le indicazioni riportate su questo sito;

​- pubblicizzare l'evento e, durante lo svolgimento, raccontarlo sui social utilizzando l'hashtag #4undici.

Partecipa

Se vuoi registrare un evento, segnalare un istituto scolastico o proporti come esperto, compila questo form dopo aver letto le linee guida.

Ti contatteremo per definire insieme i dettagli e per risolvere eventuali dubbi e problematiche.

I Contenuti

photo2018-03-2116-18-33
FOT3209d0
pineroloFLuino
angelidelfango

Il patriottismo ieri e oggi

 

 

Il 4 novembre si celebra il patriottismo. E' necessario ripartire da qui: dal patriottismo inteso come senso civico, come impegno civile. Ieri come oggi.

Proposta tecnico-scientifica per la mitigazione del rischio alluvionale in Italia

 

 

Gli eventi alluvionali indicano che la difesa dal rischio geo-idrologico deve confermarsi come una priorità irrinunciabile per il Paese.

#veroVOLTO

 

 

Le fotografie riescono ad immortalare gli istanti in cui il rischio si trasforma in tragedia, il momento in cui diventa evidente l'importanza della prevenzione.  

Le alluvioni in Italia dal 1960 ad oggi

 

 

Conoscere gli eventi che hanno devastato l'Italia è fondamentale per imparare a giocare d'anticipo contro il rischio alluvionale.

Il patriottismo ieri e oggi

Il 4 novembre ricorre l'anniversario di due eventi significativi nella storia d’Italia: l’alluvione di Firenze del 1966 e l’alluvione di Genova del 2011. Ma nello stesso giorno ricorre anche la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, in cui si ricorda la vittoria italiana nella prima guerra mondiale. Questa sovrapposizione di date, che ad una prima analisi potrebbe risultare impropria, in realtà racchiude un importante parallelo con la storia del nostro Paese. La disfatta di Caporetto fu un evento tragico, ma accese lo spirito patriottico, diede quella spinta senza la quale l'Italia non ce l'avrebbe fatta. E' da qui che vogliamo partire. Dal patriottismo inteso come senso civico, come impegno civile. Oggi il nostro nemico è il ripiegamento nel privato, la scarsa attenzione all’interesse della comunità, l'incapacità di difendere i più deboli. Il 4 novembre si celebra il patriottismo, e la nostra proposta va proprio in quella direzione: vorremmo un patriottismo civile, non solo quello che ti fa mettere la mano sul cuore quando suona l'inno di Mameli, ma quello che, ad esempio, porti le pubbliche amministrazioni ad andare al di là dello striminzito interesse per il proprio orticello e che apra invece alla vera prevenzione e alla salvaguardia del territorio e delle vite umane. 

Continua la lettura: https://bit.ly/2NoJmf6

angelidelfango

Immagine: Genova © Stefano Solarino, www.verovolto.it

"Proposta Tecnico-Scientifica per la mitigazione del rischio alluvionale in Italia"

FOT3209d0

Il 4 novembre 2016 si è celebrato il cinquantesimo anniversario delle alluvioni che, nel 1966, hanno devastato Firenze, Venezia ed una larga parte del territorio italiano. Da allora ad oggi si è verificata in Italia una serie impressionante di eventi alluvionali che hanno provocato quasi 1000 vittime e danni incalcolabili. Questi eventi indicano che la difesa dal rischio geo-idrologico deve confermarsi come una priorità irrinunciabile per il Paese.

Per saperne di più: https://bit.ly/2NwTSRn

Immagine: Capoterra (CA) 22/10/2008

pineroloFLuino

Le alluvioni in Italia dal 1960 ad oggi

Per contribuire a valutare il rischio geo-idrologico per la popolazione italiana,  l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica (IRPI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) raccoglie ed elabora informazioni storiche su frane, inondazioni e altri fenomeni naturali che hanno provocato danni alla popolazione, e li diffonde attraverso il sito Polaris.

Immagine: Porte di Pinerolo (TO) 15/10/2000​. © Fabio Luino, CNR IRPI TORINO  www.verovolto.it

#veroVOLTO

fac

Un "concorso fotografico" fuori dalle righe per "giocare d'anticipo" attraverso le testimonianze di chi ha vissuto le alluvioni.

Per saperne di più: https://bit.ly/2pySTCr

I vincitori:

- maggio: https://bit.ly/2OvaCs3  , https://bit.ly/2Igfs9u

- giugno: https://bit.ly/2zLhVnk ,  https://bit.ly/2DPmlO4

- luglio: https://bit.ly/2xXIGDJhttps://bit.ly/2RhnsZr

- settembre: presto disponibile

 

 

Strumenti

Informazioni e servizi utili per la predisposizione del sito internet e del materiale divulgativo

Servizi web

Colori

Font

hex #f7921e

Titoli

hex #222222

Paragrafi

hex #fafafa

Tematiche e attività: le proposte

E' possibile inviare i risultati dei lavori (elaborati degli studenti, documenti riepilogativi degli eventi) all'indirizzo 4undici@fattoreacca.it ; saranno pubblicati in una sezione dedicata di questo sito e saranno condivisi sui canali social dei promotori.

Per gli insegnanti e gli educatori

Per gli organizzatori degli eventi

Oltre alle tematiche indicate per gli studenti si suggerisce di incentivare la conoscenza del proprio territorio attraverso:

- l'analisi;

- l'individuazione delle problematiche;

- gli strumenti di tutela;

- il confronto;

- la definizione delle prospettive e degli impegni per il futuro​.

- il patriottismo ieri e oggi;

- le alluvioni, le vittime e i danni in Italia e nel nostro territorio;

- il nostro centro abitato e i nostri fiumi, ieri e oggi;

- individuazione delle criticità;

- confronto con gli amministratori comunali, con le realtà

attive sul territorio (protezione civile, esperti, altro) e con 

eventuali testimoni/vittime;

- individuazione delle soluzioni;

- realizzazione di elaborati per la presentazione del lavoro

(testi, video, poster, altro);

- presentazione dei risultati alla cittadinanza (es. #scuolaperta);

- impegni per il futuro.

 

Materiale

Pubblicazioni e risorse per educatori e organizzatori.

E' possibile segnalare ulteriore materiale di interesse all'indirizzo email 4undici@fattoreacca.it

Libri

Pubblicazioni

Giochi

Promotori & Partners

Per attivare una partnership scrivere a: 4undici@fattoreacca.it

polarisarancio
solologoblu

Contattaci

* Confermando l'invio acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi, ai sensi del D.lgs. 196 del 30 giugno 2003 e del GDPR


facebook
twitter
youtube
© 2017 - 2018 fattoreacca
Create a website